FAOL

BONAVERI FAOLRegina invincibile,
annunciata dal ruggito delle belve,
senza cintura,
d'aspetto imbattibile,


domatrice di tori,
custode del cosmo,
guida, ninfa, nutrice dei giovani,
frequentatrice dei monti.

IL BARDO E IL RE DEI GATTI

BONAVERI il bardo

Se incontrassi un bardo
(e casualmente mi è capitato),
scopriresti che ogni parola
nasconde un potere che spesso è segreto

e se a volte pensassi che al mondo
le cose si compiano senza un perché,
pensa al mio incontro fatato col bardo
e spera che un giorno,
magari domani,
potrebbe accadere per caso o fortuna chissà…
Proprio a te

BONAVERI: RELOADED

BONAVERI RELOADEDMagnifico!
Come qualcosa che voglio cantare
senza pretese di comunicare,
come una strofa senza una rima
o questa musica improvvisata,

come le cose che ho detto prima,
come una foto nata sfocata,
come la lirica leopardiana
o come la vita, che e' proprio puttana.

LA STAFFETTA

BONAVERI LA STAFFETTACome cambiano il giudizio e le opinioni,
come cambia l’orizzonte delle possibilità.
Saper sempre cosa mettere domani
per un posto di potere nella nuova società.
 
L’importante è screditare i delatori,
far tacere la coscienza e la memoria,
perché in fondo sono sempre i vincitori
quelli che riscrivono la storia.


L'ORA DELL'OMBRA ROSSA

cd

Io da quel giorno non conosco pena
e non agisco per le cose che ho imparato,
l’ininfluente leggerezza del passato
è come un cane che mi spinge dalla schiena:

azione pura in questo eterno presente
non ho più un luogo, lo spazio sono io.
Sono il fenomeno sfrontato e impertinente,
la metafora perfetta e indecifrabile di dio.

 

Citta' Invisibili

Germano Bonaveri : Citta' Invisibili

Kublai Khan, lascia che ti racconti
di una qualunque di cento città,
di come il rosso di certi tramonti
possa far piangere di felicità.
Perso tra i sogni di Marco Polo
ebbe visioni chiare della vita,
l’ispirazione di un momento solo
con quella penna stretta tra le dita.



Magnifico

Magnifico - Germano Bonaveri

...ma non ci serve un nuovo ideale,
uno di quelli per cui valga la pena:
serve indignarsi contro un carnevale
di vecchie facce mai uscite di scena.
E che si mostri la fedina penale
degli intoccabili della citta',
che si conosca il loro vero nome
nell'interesse della legalita'.

 

Scivola via

Scivola via - Germano BonaveriAnno 2004, Warner Music

Classe millenovecentoventitre',
sei lo specchio degli anni miei,
gli ideali sono scuse per esistere
col coraggio di vivere.
Ma se guardi bene in fondo all'orizzonte
vedi solo nuvole,
come in fondo all'esistenza di ogni essere
c'e' un lottare inutile...
ma che sapore ha la riconquista della liberta'